Stringere nodi d’amore, l’arte del portare i bimbi in fascia

fasce3

Il babywearing, cioè il portare addosso i propri bimbi con fasce o altri supporti, è un atto di accudimento naturale ed istintivo, ricco di vantaggi e benefici a breve e lungo termine.
Portare in fascia i propri bimbi non vuol dire solo tras-portarli da un luogo all’altro sostituendo il passeggino, ma tornare ad una genitorialità ad alto contatto. Non è la moda del momento, ma un bisogno connaturato in ogni piccolo che viene al mondo. Non significa solo maggiore libertà nei movimenti e nelle attività quotidiane, ma anche crescere un bambino sicuro di sé e capace di aprirsi al mondo con fiducia e gradualità.

Corsi di circa due ore, condotti dalla consulente certificata della Scuola del Portare Sara Gobetti.
Si organizzano incontri individuali o di gruppo, a moduli o singoli per imparare diverse tecniche per usare la fascia e altri supporti in modo corretto, funzionale e fisiologico per il portato e il portatore. Si acquisisce dimestichezza e manualità e si impara a trovare sempre la posizione più adatta ai bambini e alla loro età. Scegli il corso più adatto a te e al tuo piccolo.

Portare il pancione
Per chi è in attesa e vuole avvicinarsi alla fascia per sostenere il pancione e alleviare il disagio posturale e l’affaticamento delle ultime settimane. Si prende così dimestichezza con il supporto e le legature: quando il bimbo nascerà, la fascia sarà già un oggetto familiare.

Portare davanti – Livello base
Per chi è in attesa o sta iniziando a portare.

Portare sul fianco – Livello intermedio
Per chi già porta e vuole sperimentare nuove posizioni e capire come adattare il supporto al bambino in crescita.

Portare sulla schiena – Livello avanzato
Per chi è già abituato a portare, per imparare a portare sulla schiena e adattare le posizioni al bambino che cresce.

Portare in marsupio o mei tai
Per imparare ad utilizzare correttamente sul davanti e sulla schiena questi supporti.

ISCRIZIONE OBBLIGATORIA

  • Condividi